lunedì 4 Marzo 2024

Morales della favola

Più letti

Global clowns

Note dalla Provenza

Colored

In Boliva vogliono socialismo e indipendenza nazionale

Il socialista Evo Morales si è proclamato vincitore delle elezioni in Bolivia. Sui risultati non ci sono dubbi: secondo gli exit poll il presidente uscente avrebbe ottenuto quasi il 63% dei voti e dunque potrà sicuramente contare sulla maggioranza assoluta in Parlamento. Il principale rivale, l’ex-militare e governatore provinciale Manfred Reyes Villa, candidato dalla destra, ha avuto il 20-25%. A essere chiamati alle urne sono stati più di 5 milioni di boliviani per scegliere non solo il presidente e il suo vice, ma anche i 166 componenti dell’Assemblea Plurinazionale, il nuovo Parlamento frutto della Costituzione promossa da Morales a gennaio e approvata con un referendum.
SECONDO MANDATO – Morales, 50 anni, primo presidente indio della storia della Bolivia, aveva chiesto un secondo mandato (fino al 2015) per continuare la “rifondazione socialista” del Paese, molto ricco di risorse naturali (gas, minerali), ma tra i più poveri dell’America Latina per reddito. “l popolo boliviano ha di nuovo fatto la storia” ha detto dal balcone del palazzo presidenziale a migliaia di sostenitori e promettendo di “accelerare il cambiamento del Paese al servizio del popolo”. E il presidente non ha mai fatto mistero di guardare con fiducia al futuro: magari anche per un terzo mandato dopo il 2014.

Ultime

Come fosse una bambola

I diversi livelli del reset che coinvolge i nostri popoli

Potrebbe interessarti anche