giovedì 13 Giugno 2024

Nel paradiso globale

Più letti

Global clowns

Note dalla Provenza

Colored

succede anche questo. Il padre, un albanese di 31 anni, uccide a coltellate la figlioletta di cinque mesi.
Siamo sempre più pronti a vivere nelle bidonville americane

Brescia, 2 nov. – Un albanese di 31 anni ha ucciso la figlia di 5 mesi al culmine di una lite scoppiata con la moglie, una ucraina di 29 anni. La tragedia, dai contorni ancora poco chiari, e’ avvenuta ieri sera in un appartamento del quartiere Carmine di Brescia. Inutile l’intervento dei medici del pronto soccorso del dell’ospedale civile. Secondo la ricostruzione della polizia, che ha fermato l’uomo con l’accusa di omicidio volontario aggravato, l’albanese ha preso la figlia mentre litigava con la moglie e l’ha colpita al cuore con un coltello da cucina nonostante i tentativi di fermarlo attuati anche dal fratello che ha assistito alla scena. I genitori insieme allo zio della bambina hanno quindi chiesto aiuto per trasportare la piccola all’ospedale civile di Brescia, fermando un automobilista in transito, ma per Cristina, nata il 14 maggio del 2004 a Brescia, non c’e’ stato niente da fare. L’albanese Elezi Bashkim, di 31 anni, ha precedenti per resistenza a pubblico ufficiale, possesso di armi e risse. Dopo l’incredibile gesto avrebbe cercato di nascondere quanto accaduto raccontando alla Polizia che la bambina era caduta su una bottiglia di birra rottasi pochi istanti prima.
Altri tre albanesi, vicini di casa del fermato, sono accusati di favoreggiamento.

Ultime

Dipendenza gas

Ma resta volatile, come il mercato

Potrebbe interessarti anche