domenica 16 Giugno 2024

Non se lo filavano più…

Più letti

Global clowns

Note dalla Provenza

Colored

Si dimette il direttore del Secolo d’Italia, dopo 10 anni. I motivi? Rancore per l’esclusione dall’organismo che guida AN.

Elio Trevisan ROMA – Polemico, ma non imprevisto addio di Gennaro Malgieri dalla direzione del «Secolo d’Italia», il quotidiano di An. Il parlamentare, da dieci anni alla guida del giornale di partito, si è dimesso ieri. Malgieri fa sapere di aver scritto una lettera a Fini per spiegare le ragioni («politiche e personali») delle sue dimissioni. «Un direttore politico ha bisogno di un interlocutore certo per fare il proprio lavoro – spiega l’ormai ex direttore – Fino a ieri il mio era Gianfranco Fini. Ora questo interlocutore non c’è più e, in più, il partito è diretto da un organismo del quale io non faccio parte». Malgieri lamenta il mancato inserimento nel Dipartimenti: «Lasciarmi fuori è stata una mancanza di riguardo nei confronti del quotidiano e la dimostrazione di una vera e propria cecità politica». Da via della Scrofa si fa sapere che le dimissioni «non fanno venire meno la stima e il rispetto per il suo ruolo politico, che sono testimoniati dalla odierna conferma dell’onorevole Gennaro Malgieri alla guida del dipartimento Cultura di An». Il giornale è affidato alla guida della condirettrice, Fravia Perina.

Ultime

Francesco Cecchin

45 anni dal martirio

Potrebbe interessarti anche