domenica 14 Aprile 2024

Ora spuntano anche i “malati di web”…

Più letti

Global clowns

Note dalla Provenza

Colored

Finlandia: niente militare per i “drogati del Web”. I giovani abituati a stare su Internet tutta la notte giudicati
non idonei e rimandati a casa per tre anni a disintossicarsi. L’alienazione tecnologica dell’individuo post-moderno si accompagna alla svirilizzazione delle società europee. Andiamo verso un mondo di monadi cibernetiche.

HELSINKI – Niente servizio militare in Finlandia per i “drogati del Web”. L’esercito ha rimandato a casa le giovani reclute che manifestavano vere e proprie “crisi di astinenza” da Internet. Sei mesi – tanto dura la leva nel paese scandinavo – senza il loro amato computer, senza navigare e chattare con gli amici per loro sono troppi. Un trauma.

I medici militari finlandesi hanno riconosciuto questa moderna malattia come un valido motivo per non adempiere al servizio di leva. “Per i giovani che giocano tutta la notte in Internet – ha detto il comandante dell’Ufficio di leva, Jyrki Kivela – e non hanno né amici né hobby, andare nell’esercito è uno shock troppo grande”.

Così qualche giovane recluta dopo i primi giorni di militare ha cominciato a presentarsi dal medico per manifestare la sua insofferenza. I dottori hanno riconosciuto loro una “dipendenza da internet”. Un caso del tutto nuovo, senza precedenti, ma gli ufficiali di leva hanno stabilito il comportamento da seguire in questa situazione: i giovani “drogati del Web” vengono rimandati a casa per tre anni. Per disintossicarsi. “Dopo – ha detto Kivela – quando devono tornare, noi gli chiediamo se sono a posto… Hanno avuto il tempo per crescere”.


(3 agosto 2004)

Ultime

Inizia la storia della mezza verità

La vetrina dell'affare Moro

Potrebbe interessarti anche