giovedì 22 Febbraio 2024

Più Chrys che ler

Più letti

Global clowns

Note dalla Provenza

Colored

Gli americani ora sono favorevoli ai fallimenti delle fabbriche auto

Tre americani su quattro pensano che il governo dovrebbe lasciare che colossi dell’auto come General Motors o Chrysler falliscano, anziché cercare di salvarli. E’ quanto rileva un sondaggio realizzato dalla Cnn e dalla Opinion Research Corporation, in cui è evidenziato che da quando la crisi del settore auto ha assunto dimensioni drammatiche è calato sensibilmente il numero di americani che pensa che l’economia Usa peggiorerebbe se le aziende automobilistiche andassero in bancarotta. Nel dicembre scorso infatti era il 66% a pensare che le compagnie automobilistiche erano troppo grandi perché le si lasciasse fallire: ora è di questo parere il 47% degli intervistati. In
sostanza la bancarotta dei colossi automobilistici non fa più paura, anzi: oltre la metà degli statunitensi (55%) pensa che il fallimento del settore auto non avrebbe nessuna ripercussione nella loro vita. General Motors e Chrysler hanno ricevuto 17,4 miliardi di dollari di aiuti pubblici da dicembre scorso e sono ancora sull’orlo del collasso.

 

Ultime

Furbetta artificiale

Posti a rischio a valanga, almeno nella prima fase

Potrebbe interessarti anche