martedì 23 Aprile 2024

Prosegue il fattore W

Più letti

Global clowns

Note dalla Provenza

Colored

Sulla scia dell’affaire Williamson, usato scientificamente, Benedetto XVI presto nella sinagoga di Roma

Benedetto XVI visiterà la sinagoga di Roma nel prossimo autunno. Lo ha confermato il portavoce della Santa Sede, padre Federico Lombardi, precisando però che ”non vi è ancora una data stabilita” La notizia era stata anticipata da Riccardo Pacifici presidente della Comunità ebraica romana. ”L’invito è stato fatto e sembrerebbe che verrà – risponde ad una domanda di Bruno Vespa, durante la registrazione di Porta a Porta – Aspettiamo conferma scritta. Quella verbale è arrivata, la visita sarà in autunno” Il segretario di Stato vaticano, card. Tarcisio Bertone, interpellato sull’annnuncio dato dal presidente della comunità ebraica di Roma secondo cui Benedetto XVI visiterà la sinagoga della Capitale in autunno, ha commentato la notizia affermando: ”Siamo molto contenti”. ”il Papa – ha aggiunto – ci andrà volentieri”. Il porporato ha parlato in Campidoglio a margine dell’apertura del Giubileo Paolino degli Universitari. OSSERVATORE ROMANO, NELLA CHIESA BUFERA SENZA PRECEDENTI ”Non ha precedenti recenti” la bufera scatenata a seguito della revoca della scomunica ai quattro vescovi lefebvriani, e ”appassionato e senza precedenti” è anche il testo della lettera inviato dal Papa a tutti i vescovi cattolici nell’intento di ”contribuire alla pace nella Chiesa”: lo sottolinea lo storico e direttore dell’Osservatore romano, Giovanni Maria Vian, in un editoriale pubblicato in prima pagina. Una pagina in cui campeggia l’immagine di uno dei piu’ antichi codici con la lettera di san Paolo ai Galati, citata dallo stesso pontefice e alla quale Vian paragona, per intensita’ e significato, lo stesso testo di papa Ratzinger. Riassumendone i contenuti, Vian evidenzia l’appello del Papa all’unità e all’impegno ecumenico di una ”grande Chiesa” che ”deve ricercare la pace con tutti”. ”Per questo i cattolici – conclude il direttore dell’Osservatore romano – non devono dilaniarsi come i Galati a cui Paolo intorno all’anno 56 scrisse di suo pugno una delle lettere piu’ drammatiche e belle. Come questa di Papa Benedetto”. LEFEBVRIANI: FELLAY, SIAMO PRONTI AL CONFRONTO I lefebvriani intendono ”affrontare il confronto dottrinale ritenuto ‘necessario’ dal decreto del 21 gennaio” con il quale Benedetto XVI ha revocato la scomunica ai quattro vescovi ordinati da Marcel Lefebvre. Lo ha affermato in una nota il superiore generale della Fraternità San Pio X, mons.Bernard Fellay, ringraziando il pontefice per la sua lettera ai vescovi cattolici con la quale – secondo Fellay – ”ha riportato il dibattito all’altezza dovuta, quella della fede.”

Ultime

Prua verso l’altra gente

Solare

Potrebbe interessarti anche