sabato 15 Giugno 2024

Se vanno male le chiameranno capre

Un colpo di genio in Francia

Più letti

Global clowns

Note dalla Provenza

Colored

E per loro sarà un’offesa

La carenza di studenti in una scuola di Nitting-Voyer-Hermelange, nel nord-est della Francia, ha spinto i genitori degli alunni a una soluzione decisamente inedita per evitare la chiusura di una classe: iscrivere quattro pecore. L’iniziativa, ufficializzata con tanto di scheda con nome e cognome degli animali, rappresenta una provocazione contro la legge francese che impone la chiusura di intere classi scolastiche nel caso in cui non venga raggiunto un numero minimo di allievi. Anche l’allevatore delle pecore iscritte è genitore di alcuni ragazzi dell’istituto nei pressi di Sarrebourg, nella Mosella.

L’elenco degli alunni della scuola dell’accorpamento
Nitting-Voyer-Hermelange, formata da cinque classi, era fermo a 94, contro il limite minimo di 98 allievi stabilito dal ministero dell’Educazione francese. Come riferito dai genitori ai media locali, le proteste contro “quest’assurda legge non hanno portato a niente. Abbiamo quindi deciso di rispondere con una decisione altrettanto assurda”.

L’iscrizione e l’accoglienza delle quattro pecore a scuola
All’intento di protesta e provocazione, i genitori degli alunni hanno affiancato un pieno rispetto delle regole burocratiche. Il modulo per l’iscrizione di ogni pecora contiene l’indicazione di due genitori, indirizzo di residenza e data di nascita. Il Comune ha poi inoltrato le schede di John Deere, Valériane Deschamps, Phil Tondus e Marguerite Duprès all’Istruzione nazionale. Le quattro pecore sono state quindi accolte a scuola con cartelli di benvenuto dai compagni di classe, con tanto di sistemazione “comoda” in un recinto all’esterno dell’istituto.

Ultime

Almas ardiendo

Quando nascono gli eroi

Potrebbe interessarti anche