martedì 18 Giugno 2024

Sulle orme dei Samurai

Più letti

Global clowns

Note dalla Provenza

Colored

Ahimè in modo troppo moderno. Dilagano i suicidi nipponici, ma si tratta di rispondere tragicamente a nevrosi e depressione e non più di troncare il fiore di ciliegio

Tokyo, 12 ott. – Sette giovani giapponesi sono stati trovati morti nelle ultime ore nei pressi di Tokyo; la polizia sospetta che si sia trattato di un suicidio collettivo.
La macabra scoperta e’ stata fatta nella provincia di Saitama, 50km a ovest a nord della capitale giapponese: all’interno di un’automobile affittata sono stati trovati i corpi senza vita di quattro uomini e tre donne, che secondo i primi indizi sembrano essersi suicidati respirando monossido di carbonio. I corpi sono stati trovati all’alba, in una zona boscosa che la polizia stava rastrellando in cerca del gruppo, dopo che un messaggio di posta elettronica inviato da uno dei sette ragazzi a un amico preannunciava che il gruppo aveva deciso di morire insieme. Dentro il veicolo e’ stato trovato un barbecue portatile, utilizzato per bruciare carbone, la cui combustione ha prodotto il micidiale monossido di carbonio.
Apparente suicidio anche per due donne ventenni trovate morte a Kanagawa, a sud della capitale, sempre all’interno di un veicolo preso in affitto.
Nel 2003 il Giappone ha registrato una cifra record di suicidi (34.427), con un tasso di aumento del 22% tra giovani con meno di vent’anni. La polizia sta cercando di capire quali fossero i rapporti tra i giovani suicidi, considerato che decine di adolescenti giapponesi si ‘incontrano’ via web su un sito Internet che incoraggia l’autodistruzione

Ultime

Si ritorna a Lui

In cerca di colonie per bambini (in foto una degli Anni Trenta)

Potrebbe interessarti anche