lunedì 15 Aprile 2024

Us-icef

Più letti

Global clowns

Note dalla Provenza

Colored

Ovvero la politica americana per l’infanzia

Una bambina di dodici anni è stata uccisa vicino Mosul, nel nord dell’Iraq, dai colpi sparati dai soldati statunitensi contro un veicolo che procedeva a tutta velocità contro di loro e i militari iracheni. Lo ha annunciato l’esercito statunitense. PROIETTILE VAGANTE – I portavoce delle truppe Usa hanno spiegato che i loro uomini (s’ bravi, porelli) hanno sparato due colpi di avvertimento quando il mezzo ha ignorato l’alt vicino a una stazione della polizia irachena a Hurriyah. L’esercito ha spiegato che la bambina era un centinaio di metri dietro il veicolo ed è stata centrata da un colpo. L’INCHIESTA – L’esercito statunitense ha confermato i dettagli e ha aggiunto che sulla vicenda è stata aperta un’inchiesta. La polizia irachena ha affermato che la bambina è stata colpita mentre si trovava all’interno di un’auto con il padre vicino a una base statunitense. I ribelli restano attivi nella zona di Mosul e in quelle circostanti malgrado numerose operazioni militari.

Ultime

E vigilant so piezz e core

Fino a qualche tempo fa a Napoli non sarebbe mai successo

Potrebbe interessarti anche