martedì 27 Febbraio 2024

Vaterland

Più letti

Global clowns

Note dalla Provenza

Colored

 

 Allons enfants de la Patrie le jour de gloire est arrivé

Decine di francesi figli di soldati tedeschi che avevano occupato la Francia durante la Seconda guerra mondiale, hanno presentato le pratiche per ottenere la nazionalità tedesca. Lo ha riferito  il consolato della Germania a Parigi.
Secondo i dati pubblicati da un libro, scritto a quattro mani dal giornalista francese Jean-Paul Picaper e dallo scrittore tedesco Ludwig Norz, sono circa 200.000 i francesi figli di soldati della Germania nazista. Tutte persone che, nella Francia del dopoguerra, hanno subito offese e diverse forme di discriminazione, preferendo spesso conservare il segreto sulla propria paternità.
Le domande per ottenere la nazionalità tedesca si sono moltiplicate da quando, lo scorso agosto, è stato risolto il primo caso di un figlio di ”boche”, termine dispregiativo con il quale i francesi definivano i nemici tedeschi. Solo oggi l’uomo, 66 anni, pensionato del nord della Francia, ha ricevuto la nazionalità tedesca presso il consolato della Germania, a Parigi.
Altre 42 domande sono attualmente in corso.

Ultime

Dalla spada nella roccia

alla pianura padana

Potrebbe interessarti anche