domenica 16 Giugno 2024

Verso Titano

Più letti

Global clowns

Note dalla Provenza

Colored

Auguriamoci che il nome della luna di Saturno prescelta come traguardo dagli europei non determini l’esito della missione. L’aerospaziale resta il nostro fiore all’occhiello.

ROMA- La sonda europea Huygens si e’ distaccata con successo dalla sonda-madre Cassini alle 4:24 di oggi (ora italiana). Il 14 gennaio la sonda attraversera’ l’atmosfera della piu’ grande luna di Saturno, Titano, per raccogliere dati su un ambiente che, secondo gli scienziati, potrebbe somigliare molto da vicino a quello esistente sulla Terra nell’epoca in cui sono comparse le prime forme di vita. Secondo gli esperti della Nasa, infatti, Titano e’ il solo satellite del sistema solare ad avere un’atmosfera densa (un volta e mezzo di piu’ di quella terrestre). La sonda dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA), costata 2.705 milioni di euro, e’ nata dalla collaborazione fra NASA, ESA e Agenzia Spaziale Italiana (ASI). Per sette anni Huygens ha viaggiato ancorata a Cassini: lanciate il 15 ottobre 1997, le due sonde hanno percorso insieme 3,2 miliardi di chilometri passando vicino a Venere, Terra e Giove per sfruttare il cosiddetto effetto-fionda che gli ha permesso di avere la spinta necessaria per raggiungere Saturno.
L’ESA ha confermato il distacco della sonda europea Huygens dalla sonda-madre Cassini: ”Tutto e’ sotto controllo”, ha informato l’ESA, e il Jet Propulsion Laboratory (JPL) della NASA a Pasadena ha cominciato ad acquisire i primi dati. Adesso Huygens e’ muta e i suoi strumenti resteranno silenziosi per tutti i 20 giorni necessari per avvicinarsi a Titano. Si accenderanno qualche ora prima che, il prossimo 14 gennaio, la sonda cominci la sua discesa attraverso l’atmosfera densissima di Titano, le cui caratteristiche potrebbero essere molto simili a quelle della Terra nell’epoca in cui comparvero le prime forme di vita.

Ultime

Francesco Cecchin

45 anni dal martirio

Potrebbe interessarti anche