Accedi



Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Maggio 2017  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
  1  2  3  4  5  6  7
  8  91011121314
15161718192021
222324252627
293031    

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Note
Boomerang PDF Stampa E-mail
Scritto da Corriere della sera di Bologna   
Giovedì 05 Marzo 2009 01:00

Il PM: è stata un'aggressione comunista a Casa Pound

Scattano le denunce per gli scontri di due settimane fa in via Castiglione tra gli attivisti del Tpo e e militanti dell'associazione di estrema destra CasaPound. Per il Tpo sono indagate tre persone, una per CasaPound. La Digos e il Pm Valter Giovannini, che hanno ricostruito i fatti sulla base delle denunce incrociate e delle testimonianze, sono convinti che non si sia trattato di una rissa, ma di un'aggressione da parte del Tpo, cui CasaPound ha reagito. I ragazzi del Tpo stavano volantinando contro la presenza dei "neri" nel quartiere. Quando quegli ultimi gli si sono parati davanti, gli antagonisti hanno provato a cacciarli, prima a parole poi aggredendoli. Il ragazzo di CasaPound indagato per lesioni aggravate avrebbe colpito per reazione. Sarebbe intervenuto a colluttazione già iniziata per difendere un suo amico, colpendo De Pieri (che ha presentato denuncia) con la cinghia dei pantaloni. I tre attivisti del TPO: il 35enne De Pieri, un bolognese di 37 anni L.P. e un pescarese di 27 F.D.B. sono indagati per lesioni aggravate, percosse e porto di strumenti atti a offendere in concorso con ignoti: a loro è attribuita la catena ritrovata poco dopo dalla polizia in Via Castiglione, ma alcuni negozianti hanno parlato anche di bastoni.

Insomma questo antifascismo è sempre più un boomerang.

 
Liberate Carlo PDF Stampa E-mail
Scritto da carloparlanti.it   
Giovedì 05 Marzo 2009 01:00

Manifestazione davanti all'ambasciata americana

In segno di sostegno e solidarietà alla compagna di Carlo Parlanti, alla madre e all�avvocato Costantino Cardiello dello studio Franco Cardiello di Eboli, che aspetteranno a Roma, un segno di accoglimento della richiesta d�incontro inviata all�ambasciatore USA, gruppi, associazioni, singoli supporter di Carlo Parlanti parteciperanno a manifestazioni silenziose organizzate da Casapound Italia a Firenze, Milano e Napoli nei pressi dei consolati USA. Si ringrazia particolarmente per questa iniziativa: Casa Pound, Simona Cenni, tutti i movimenti pronti a partecipare, abbattendo le barriere politiche, sociali e d�opinione, lasciando spazio, alla Giustizia, la Solidarietà, la Civiltà e l�Unità . Tutte qualità che farebbero di noi un popolo vincente.

Roma: Nei pressi dell�ambasciata USA in via Vittorio Veneto 119 a ore 12.00/14.00

Milano : Piazza della Repubblica ore: 11.00/13.00

Firenze: Lungarno Vespucci nei pressi del consolato USA ore 11.00/13.00

Napoli: Piazza della Repubblica nei pressi del Consolato USA ore: 11.00/13.00

Saranno inoltre presenti a Firenze: Michele Parlanti, fratello minore di Carlo Parlanti.

 
Uccidiamo il chiaro di luna PDF Stampa E-mail
Scritto da noreporter   
Mercoledì 04 Marzo 2009 01:00

Al Circolo Futurista Casal Bertone, Roma, un intenso evento di avanguardie

Mercoledì 4 Marzo ore 18 << Circolo Futurista Casal Bertone >> Roma - Via degli Orti di Malabarba, 15/a Interverranno in apertura: L’attore Edoardo Sylos Labini e la sua compagnia teatrale che presenteranno in anteprima nazionale lo spettacolo “Donne, Velocità Pericolo” che sarà in scena dall’8 al 15 marzo al Teatro “La Comunità” di Roma. Il “Teatro Non Conforme - Filippo Tommaso Marinetti”, compagnia teatrale diretta da Cristina De Lucia. Partecipazione straordinaria del Movimento “Giovani Poeti d’Azione” (gruppo di poeti e artisti d’avanguardia fondato nel 1994 dal Poeta d’Azione Alessandro D’Agostini) i cui membri nell’occasione si produrranno in una performance inedita per festeggiare la ricorrenza dei propri primi quindici anni di vita e di attività del gruppo (1994-2009). Seguirà un dibattito sul tema: “Il coraggio di un nuovo Teatro, un nuovo Cinema, una nuova Arte, una nuova Poesia oltre le rovine del post del post-” Durante l’Incontro-Aperitivo gli ospiti presenti discuteranno e in alcuni casi si esibiranno dando prova in concreto della loro personale visione dell’Arte. Cercheranno tutti di esprimere un proprio personale punto di vista rispondendo alle domande: 1) L’arte, la poesia, il cinema, il teatro e le arti visive in che modo stanno cambiando? 2) L’arte attualmente può e deve reagire e agire nel presente oppure è destinata e si rivolge esclusivamente ad ambiti e pubblici circoscritti e specializzati? 3) Un punto di vista personale: quello che noi proponiamo. Intervengono nel dibattito: Francesca Barbi Marinetti, nipote del poeta Filippo Tommaso Marinetti Fiorenzo Fiorentini, attore di teatro Rossella Drudi, sceneggiatrice e scrittrice Conte Daniele Radini Tedeschi, critico d’arte Claudia Tifi, poetessa d’azione e giornalista Flavio Nardi, studioso di fenomeni socioculturali Mauro Antonini, direttore del Circolo Futurista Presenta la serata il poeta e attore Alessandro D’Agostini. Nell’occasione sarà inaugurata la mostra dell’artista Roberto Pinetta futurista visitabile fino al 10 marzo. INGRESSO LIBERO E DRINK-COCKTAIL OFFERTO -- La Bellezza è nell'Azione!
 
Manifestazione davanti all'Ambasciata Usa PDF Stampa E-mail
Scritto da libero-news.it   
Mercoledì 04 Marzo 2009 01:00

In sostegno a Carlo Parlanti

'Domani, alle ore 12, Casapound Lazio manifestera' sotto l'ambasciata statunitense, in via Bissolati, la propria vicinanza a Carlo Parlanti, nostro compatriota ingiustamente detenuto, dal giugno del 2005, in un carcere califirniano, sulla base delle inverosimili accuse di una ex fidanzata con problemi psichici". Cosi' in una nota Casapound Italia, circa la vicenda di Carlo Parlanti, ''italiano ingiustamente condannato per violenza sessuale da un tribunale statunitense''.

"Manifesteremo - prosegue la nota - per dimostrare la nostra solidarieta' e per far sentire a Carlo la vicinanza di un popolo che non lo ha abbandonato, al contrario di quanto fatto dal proprio Governo. Che questo non sia uno Stato sovrano lo sappiamo da tempo, ma che si debba assistere in silenzio allo scandalo dello scambio di prigionieri Faranda/carnefici del Cermis o tacere sull'omicidio Calipari, senza poter neppure difendere un cittadino italiano prigioniero di un processo farsa, ci sembra grottesco. Come a Roma, Casapound manifestera' sotto i consolati statunitensi di Milano, Firenze e Napoli".

 
A Saint Tropez PDF Stampa E-mail
Scritto da adnkronos   
Martedì 03 Marzo 2009 01:00

il menu si quota con te

Un ristoratore di Saint Tropez si è adeguato ai tempi di crisi con un'iniziativa curiosa. Al momento di presentare il conto, chiede al cliente di pagare quanto può, o quanto pensa che valga il cibo mangiato. Tutti i mercoledì a mezzogiorno Frederic Blanc lascia carta bianca ai clienti e, stando al quotidiano 'Le Parisien', l'oste ci ha visto giusto: i clienti sono triplicati, anche se l'incasso dei conti 'fai da te' ai tavoli è inferiore al previsto del 10%. Alcuni pagano meno di quanto valga un pasto perché non se lo possono permettere, ha spiegato Blanc, "ma siamo comunque contenti che vengano a mangiare da noi". Senza contare che non manca chi lascia più del prezzo stabilito. La moda del 'paga quanto puoi', nata originariamente a Londra, sembra che verrà seguita presto anche da altri locali di St. Tropez.
 
Liberate Carlo PDF Stampa E-mail
Scritto da libero.news   
Martedì 03 Marzo 2009 01:00

Giovedì davanti all'Ambasciata Usa manifestazione per il nostro connazionale deportato

'Il mio compagno è detenuto negli Usa da quattro anni per un'accusa ingiusta. Lo hanno arrestato e condannato sulla base di falsità e omissioni di prove. Carlo è un cittadino italiano. Le istituzioni hanno il dovere di intervenire''. E' un grido disperato quello di Katia Anedda, impegnata da anni nella battaglia per la liberazione di Carlo Parlanti, 44enne fisico e analista-programmatore di Montecatini Terme, detenuto dal 2005 in California per scontare una condanna a 9 anni per sequestro di persona, violenza sessuale e domestica nei confronti della sua ex convivente Rebecca McKay White. Una condanna ingiusta ''senza ombra di dubbio'', secondo la compagna e i tanti sostenitori della causa di Parlanti. Katia Anedda è un vulcano di iniziative e ad arrendersi alla sorte non ci pensa nemmeno. Per Carlo ha messo su un sito web (www.carloparlanti.it), un gruppo su facebook che conta oltre 1.200 iscritti (tra i tanti membri anche Francesco Storace), una petizione ai governi italiano e californiano da firmare on line (www.petitiononline.com/parlanti/petition.html). Sul caso è riuscita a portare un'attenzione bipartisan, sensibilizzando europarlamentari di entrambi gli schieramenti, come l'ex astronauta Umberto Guidoni (Unire la sinistra) e il segretario di Fiamma Tricolore Luca Romagnoli, ma anche, in casa nostra, deputati e senatori dell'Idv, come Fabio Evangelisti, e del Pdl come Marco Zacchera, Guglielmo Picchi e Mauro Cutrufo (vice sindaco di Roma). Pure tra gli amministratori locali, c'è chi sostiene la causa di Carlo. A cominciare dal sindaco e dal vicesindaco della sua città, Montecatini, Ettore Severi e Alberto Lapenna per finire con l'assessore alla Cooperazione internazionale, perdono e riconciliazione dei popoli della Regione Toscana, Massimo Toschi. "Il 5 marzo con la mamma di Carlo e il suo avvocato, Franco Cardiello, manifesteremo davanti all'Ambasciata americana a Roma, mentre davanti ai consolati di Milano, Firenze e Napoli ci saranno dei presidii di Casapound Italia, che ci sta aiutando in questa difficile battaglia", annuncia all'ADNKRONOS Katia Anedda, spiegando: "Io e i tanti amici che ci sostengono faremo di tutto per mobilitare l'opinione pubblica e le istituzioni affinché si facciano portavoce della nostra istanza di giustizia. Ho sentito Carlo ieri. E stato entusiasta quando ha saputo della nostra iniziativa per lui''.
 
Il fattore H PDF Stampa E-mail
Scritto da noreporter   
Martedì 03 Marzo 2009 01:00

Letterale trionfo dei nazionalpopolari austriaci in Carinzia, se si aggiunge la Fpoe la maggioranza è assoluta

La Bzoe del recentemente scomparso Joerg Haider ha i collezionato il 45,6% dei voti. I socialdemocratici che dovevano contenderne il primato sono crollati al 28,8%. Se alla Bzoe sommiamo i voti della Fpoe (il partito da cui la Bzoe è nata per scissione e che è molto solido in tutto il resto dell'Austria), i nazionalpopolari raggiungono il cinquanta per cento dei voti. Un successo di dimensioni stratosferiche sul quale sarebbe necessaria un'analisi non semplicistica.
 
Sorridi e scaccia gli orchi PDF Stampa E-mail
Scritto da noreporter   
Sabato 28 Febbraio 2009 01:00

Manifestazione antipedofilia a Rignano Flaminio

La manifestazione si svolge oggi 28 febbraio alle ore 15,il punto di ritrovo è il piazzale retrostante l'unico ufficio postale di Rignano flaminio in via Meucci e dopo aver girato tutta Rignano sosterà davanti al municipio. La manifestazione non è a carattere politico e quindi senza simboli di partito. Si è chiesto inoltre a tutti i partecipanti di portare qualcosa di bianco, colore che rappresenta la purezza, quella stessa purezza che deve essere propria dei bambini. Rignano è stato scelto come luogo simbolo della lotta alla pedofilia e i bambini di Rignano come "rappresentanti" di tutti i bambini del mondo.
 
Nel cielo di Roma il sangue di Gaza PDF Stampa E-mail
Scritto da Mosaico Romano   
Venerdì 27 Febbraio 2009 01:00

Accanto all'Ara Pacis, la cui profanazione Veltroni sta ancora pagando

Oggi qualcuno ricorda i 411 bambini palestinesi morti durante l’operazione Piombo Fuso.

Stamani Mosaico Romano, il coordinamento di associazioni operanti nel sociale ha manifestato nei pressi del Parlamento a Roma.

Abbiamo liberato, con un gesto semplice, dei palloncini per rendere omaggio ai bambini uccisi a Gaza ma presto torneremo a parlare dei territori occupati dove l’embargo continua ad uccidere.

I cittadini si sono dimostrati sensibili a questo problema nonostante le difficoltà quotidiane provocate dalla crisi del nostro Paese.

Abbiamo raccolto firme e distribuito oltre 1300 volantini per informare l’opinione pubblica che la popolazione di Gaza sta morendo nonostante la tregua.

Le istituzioni italiane non possono restare a guardare. Che si attivino per sensibilizzare i governi e far cessare l’embargo.

Al Mosaico Romano partecipano diverse associazioni impegnate nel sociale quali Popoli, Casa Pound, Foro 753, 2punto11, Circolo Futurista Casalbertone, Spatium Nostrum, Comunità Militante Ostia,Associazione CulturaleZenit, Soccorso Sociale.

Le iniziative proseguiranno, le adesioni sono aperte a organizzazioni di volontariato sociale


 
Medicine per Gaza! PDF Stampa E-mail
Scritto da Mosaico di sigle romane   
Giovedì 26 Febbraio 2009 01:00

Manifestazone romana nel bimestrale dell’operazione Piombo Fuso

Due mesi fa l’operazione militare Piombo Fuso ed il suo devastante effetto scuotevano l’opinione pubblica ed i media. Oggi nessuno sembra ricordare che in quella guerra sono morti 411 bambini oltre ad un elevato numero di civili. Ancora oggi vengono negati alla popolazione palestinese di Gaza gli aiuti internazionali fermi ai confini con l’Egitto.

La violenza sui bambini non è ammissibile. Per ricordarlo 15 associazioni romane impegnate nel sociale si sono unite per manifestare in Largo Goldoni a Roma (via del Corso) la mattina di venerdì 27 febbraio dalle ore 11 e per dare vita ad altre iniziative che volgono a interessare tutte le Istituzioni perché facciano togliere l'embargo dei medicinali che, decretato dai buoni, sta uccidendo altri bambini cattivi.

 
La prigione del silenzio PDF Stampa E-mail
Scritto da Katia Anedda   
Mercoledì 25 Febbraio 2009 01:00

Manifestazione davanti all'ambasciata americana per Carlo Parlanti

5 Marzo, grazie a Simona Cenni, Casa Pound, Nuova Destra Sociale, Volontarismo Sociale, i supporter di Carlo, Prigionieri del Silenzio, saremo in via Vittorio Veneto a Roma nei pressi dell'ambasciata americana a chiedere chiarezza e giustizia per Carlo Parlanti. A distanza di piu di una settimana, non abbiamo avuto alcun cenno ad una richiesta di incontro all'ambasciata Americana, è tempo di agire sperando che l'ambasciatore e lo Stato Americano rispondano con giustizia e seriamente. Alla manifestazione saranno presenti le persone che più si stanno dando da fare per Carlo Parlanti, tra cui il nuovo avvocato italiano che in pro-bono ha accettato l'incarico. Lo stesso giorno alla stessa ora un gruppo di persone, militanti e dei volantini e striscioni non verranno meno d'avanti ai consolati americani in Italia, quindi a Milano, Firenze, Napoli, qualsiasi ulteriore iniziativa, se per lo stesso obiettivo è ben accolta e potete contattare Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. o Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. . A breve, verranno redatte delle denunce da presentare agli stati europei e negli USA, allo stato attuale la solidarietà dimostrata in Italia ci viene difficile riscontrarla in USA e per mandare avanti le denunce è necessario che Katia Anedda, in qualità di legale rappresentante di Carlo Parlanti lo faccia in prima persona, in Maggio, sarebbero disponibili ad accompagnarla in USA altre due persone che l'aiuterebbero con la comprensione linguistica e Simona Cenni in qualità di personaggio politico, per l'organizzazione di conferenze stampa che potrebbero smuovere i media USA. Come sapete la difesa di Carlo Parlanti è stata gravosa sulla famiglia e gli amici, per questo viaggio in USA si chiede aiuto che puo' essere dato con donazione di miglia per un biglietto omaggio o qualsiasi modo che possa far ottenere agevolazioni per questo viaggio, ogni piccolo aiuto è gradito naturalmente si darà trasparenza di tutto quanto si andrà a fare” A breve, quando si sapranno i dettagli delle altre città sarà inviato anche il comunicato ufficiale, come lei sa l’avvocato Cardiello ha accettato l’incarico e devo dire che sta scoprendo anche altri aspetti che non avevamo ancora visto, insomma più si va a fondo in quella documentazione piu’ scandalosa la si trova, per quanto riguarda il 5 Marzo, io mi augurerei in una sua partecipazione, come lei sa, la vicenda Parlanti è sostenuta in maggioranza da Donne, perche’ soprattutto noi, possiamo capire meglio se una violenza puo’ essere avvenuta e il male che fa, e sappiamo che le false accuse di violenza penalizzano e offendono le vere vittime di violenza, la vicenda Parlanti è un insulto alla civiltà e a chi soffre realmente.

Katia Anedda ( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. – cellulre 347 4170814)

ITALIANO DETENUTO IN USA: LEGALE, 'SUPPLICA A GOVERNO ITALIANO'
http://www.carloparlanti.it/articoli/ansa2008.htm
http://www.carloparlanti.it/
http://blog.libero.it/carlofree/
http://www.prigionieridelsilenzio.it/
MISTER CARLO PARLANTI, ITALIAN 140558
http://www.marcozacchera.it/mister_carlo_parlanti_italian_140558.html
PER FIRMARE LA PETIZIONE:
http://www.petitiononline.com/parlanti/petition.html

 
<< Inizio < Prec. 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 Succ. > Fine >>

JPAGE_CURRENT_OF_TOTAL

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.