Accedi



Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Marzo 2017  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
    1  2  3  4  5
  6  7  8  9101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Ugo Drago PDF Stampa E-mail
Scritto da facebook   
Venerdì 10 Marzo 2017 00:01


Leggenda fascista

3 Marzo 1915 - Arborio (Vercelli). Nasce Ugo Drago, pilota leggendario formatosi alla “Accademia Littoria” del Foro Mussolini di Roma.
Fu certamente uno dei più famosi piloti italiani della Seconda Guerra Mondiale, e forse uno dei migliori Comandanti di Squadriglia della Regia Aeronautica e successivamente della Aeronautica Nazionale Repubblicana, alla quale aderì volontario.
Brevettatosi pilota militare nel 1939, nel 1940 servì come sottotenente nella 363ª Squadriglia del 150° Gruppo Caccia Terrestre, che operava nell’offensiva contro la Francia, equipaggiata con caccia Fiat Cr.42. Durante questo ciclo di operazioni otteneva la prima decorazione, la Croce di Guerra al Valore Militare.
Successivamente partecipò alla campagna di Grecia, inizialmente con i Cr.42 e poi con i Macchi C.200, durante la quale fu decorato con la Medaglia d’argento al Valor Militare e promosso tenente.
Trasferito in Nord Africa compì in quel teatro 142 missioni di guerra, ed ottenne una seconda Medaglia d’argento al Valor Militare ed i tedeschi lo decorarono con una Croce di Ferro di 2ª Classe. Nel novembre 1942 il 15° Gruppo viene spostato in Sicilia, e Drago è nominato Comandante della 363ª Squadriglia, riequipaggiata con Me109G. Durante questo periodo Drago partecipa a trenta missioni di guerra, e subisce un abbattimento in mare, dal quale viene successivamente ripescato da un peschereccio Italiano. Prima dell’armistizio viene nuovamente decorato con una terza Medaglia d’Argento, ed una seconda Croce di Guerra.
Alla chiamata alle armi dei piloti Italiani da parte della RSI il Colonnello Ernesto Botto, lo nomina Comandante della 1ª Squadriglia del 2° Gruppo Caccia dell’ANR, alla guida del quale totalizza 81 missioni, 33 combattimenti aerei, e 11 abbattimenti. Nel 1945 viene promosso Capitano, e decorato dai Tedeschi con una Croce di Ferro di 1a Classe. Nel febbraio 1945 al 2° Gruppo caccia viene aggregata una nuova squadriglia, e la 1ª Squadriglia diviene la 4ª Squadriglia, dotata di Me109-G10. Durante il periodo di servizio con l’ANR, Ugo Drago venne decorato con una quarta Medaglia D’Argento al Valor Militare.
Con un totale di 385 missioni di guerra, Drago ottenne 17 vittorie, 2 Croci di Guerra al Valor Militare, 4 Medaglie d’argento al Valor Militare, una Croce di Ferro di 1ª Classe ed una Croce di Ferro di 1ª Classe.

Commento di Antonio Pantano

Negli anni ‘80, una delegazione di PILOTI USA andò a visitarlo e gli ATTESTÒ con DIPLOMA l’abbattimento di 27 aerei USA, SORPRENDENDOLO.


 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.