Accedi



Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Luglio 2017  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
       1  2
  3  4  5  6  7  8  9
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31      

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
L'immigrazione è una risorsa PDF Stampa E-mail
Scritto da ilgiornale.it   
Martedì 14 Marzo 2017 00:07


Per le località turistiche dove non c'è

Niente più turisti per l'hotel Ballevue in Valtellina. È pieno di migranti.

L'albergo in questione è di tre stelle e di solito ogni estate offriva ai suoi clienti tutto l'occorrente per passare una ottima vacanza con "calcio, tennis e wellness". Un sogno.
Peccato che ora sarà aperto soltalto agli immigrati. La struttura infatti è piena e il titolare Giulio Salvi (59 anni), secondo quanto scrive il Corrire, "ha deciso di rinunciare ad avere altri clienti". "Continuo a fare il mio lavoro, far dormire e mangiare i clienti, chiunque essi siano", ha detto l'albergatore al quotidiano di via Solferino. Gli ospiti al monento sono 70 e non ci sono altre stanze per i turisti. "La gente dica quello che vuole - afferma - io sono contento, ho più soddisfazioni a livello economico e umanitario".

L'uomo dice di non fare "business sui profughi", ma ammette che "i clienti nell’ultimo periodo sono diminuiti in modo esponenziale". Ben venga quindi l'alternativa dei migranti, che ad oggi non mancano mai. E infatti se prima dell'emergenza migratorio l'hote "accumulava debiti", adesso "i bilanci quadrano" tanto che sogna di aprire un nuovo albergo. "Ho provato a lasciare spazio anche agli altri client - dice Salvi -, ma molti non accettavano la presenza dei profughi, colpa di una campagna di odio che peggiora solo le cose". Il dubbio arriva quando si chiede cosa accadrà quando i migranti non ci saranno più. Ma non è il momento di pensarci. Pero ora l'albergatore di gode la nipotina che uno dei migranti gli ha regalato dopo essere diventato il compagno della figlia.

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.